Il sole e la sua energia sono il motore della fotosintesi che consentono agli alberi, alle piante di cereali, leguminose, di crescere fissando l'anidride carbonica nei propri tessuti. Quando le piante hanno finito il loro ciclo vitale, siamo in grado di attingere a questo enorme magazzino di energia sottoforma di legna e biomasse legnose, di scarti di potatura, di segatura, semi, cereali, barbabietole, erba, foglie etc.

In questo modo grazie ad una macchina adatta come la Onnivora K35 Woodchip, unica nell'ambito europeo con tali caratteristiche, capace di utilizzare tale energia e trasformarla in calore e riscaldamento delle vostre case e darvi tanta, tanta acqua calda sanitaria. Funziona a biomasse legnose, a cereali ma anche a biodiesel e a biogas. Questa caldaia è semplicemente geniale!

Energia antica ed energia moderna - Combustibili anticrisi

Negli ultimi cento anni l'uomo ha utilizzato in maniera dissennata i combustibili fossili, siano essi carbone o petrolio o gas naturale. Ci sono troppi interessi che ruotano intorno al petrolio, fonte di energia esauribile, e questo va a scapito dell'ambiente e della nostra salute. I combustibili fossili contribuiscono in maniera pesante al riscaldamento del pianeta, i cui effetti si fanno già sentire attraverso piccoli e grandi cambiamenti climatici.

Un tipo di energia antica, più scomoda e difficile da reperire e meno remunerativa per chi la vende, ma con grandi pregi in termini di ecocompatibilità e di impatto sull'ambiente, è formata dalle biomasse legnose, dal vento, dall'acqua, tutte forme di energia che ci regala il sole che gratuitamente ci riscalda con i suoi raggi. Sta a noi saper catturare ed usare al meglio queste forme di energia. Si potrebbe incentivare l'agricoltura, ma tutte le scelte, tutti i cambiamenti devono derivare dal senso di responsabilità dei politici.
Dall'agricoltura possiamo ricavare un grande quantitativo di energia sottoforma delle già citate biomasse legnose. Sono già in atto le coltivazioni delle pioppelle, che nel giro di pochi anni possono essere recise e triturate fornendo tonnellate di cippato, possono essere coltivate diverse piante oleose per produrre biodiesel dai propri semi e cippato dai fusti, trasformando il tutto in ottimo combustibile ed energia pulita, con un rapporto di emissioni di anidride carbonica uguale a zero, in quanto durante la combustione viene emessa la stessa CO2 immagazzinata durante la crescita. Questo sistema utile e proficuo dovrebbe essere usato sempre più spesso, durante le potature. I biocombustibili venivano già usati durante la seconda guerra, distillando semi. Il granturco oltre all'uso alimentare viene utilizzato per produrre materie plastiche dall'amido che contiene, oltre al riscaldamento, etc.

Un'altra pianta estremamente vocata al riscaldamento a causa dell'alto contenuto energetico è il girasole, che fornisce olio, mangime e biomasse, ma c'è anche la soia, la colza, il ricino e le deiezioni animali che trattate opportunamente vengono utilizzate per produrre biogas usato per riscaldare o produrre energia elettrica. La lista continua con gli scarti della vinificazione, degli oleifici e altro ancora.

Tutta questa grande massa di energia può essere sfruttata al meglio usando delle apparecchiature costruite appositamente, per esempio motori per autotrazione, caldaie per riscaldamento capaci di sfruttare fino al 90% questa energia senza emissione di polveri, fumi o sostanze inquinanti, fornendo così molta acqua calda per il riscaldamento o sanitaria o tanta aria calda e per questi motivi la Tatano, dopo avere acquisito una grande esperienza maturata negli anni nel costruire le caldaie per combustibili alternativi, usando per tanti anni solo legna, sansa di oliva e gusci di pistacchi, ora ha indirizzato la ricerca che ha dato come frutto queste caldaie di terza generazione, che sono in grado di sfruttare al meglio assoluto tutte queste grandi masse di energia, applicando tutte le conoscenze moderne di elettronica.

Questa caldaia non è solo facile da usare e da mantenere, ma ha anche molti comfort e automatismi che ne rendono piacevole l'utilizzo, oltre a consentire un grande risparmio.

E' giunto il momento di presentarvi questa caldaia, che riscalda fino a 300 mq e fornisce acqua calda sanitaria per tre bagni, occupando uno spazio molto ridotto: la Onnivora K35 Wood Chip. E con il suo serbatoio di 340 litri fornisce un'autonomia molto grande, si alimenta con 110 tipologie di biocombustibili, dando sempre la massima resa. Seguiranno altri modelli, con potenze che vanno dai 25 ai 1600 Kw

Onnivora K35 Cippato, è una caldaia policombustibile per la produzione di acqua calda alimentata con combustibili ecologici rinnovabili ad accensione automatica.
Oltre a tutti i tipi di legno con pezzature diverse è in grado di bruciare tantissimi tipi di residui agricoli e tutte le biomasse legnose, cippato delle dimensioni massime di 30x30 mm, pellet, tronchetti, bricchetti, buccette, gusci di nocciole, mandorle, pistacchi, mais, il tutto sotto controllo elettronico. E' una caldaia pensata per i tempi attuali e futuri per risparmiare sempre, eco-compatibile, rispettosa dell'ambiente, generosa nella produzione di calore. E' in grado di funzionare in inverno fornendo acqua calda per l'impianto e acqua calda sanitaria anche in estate. Questa caldaia è stata progettata per mantenere una temperatura costante lavorando in modulazione, con ogni tipo di combustibile ed è predisposta per applicare un bruciatore a biodiesel, gas, gasolio. Può essere collegata direttamente all'impianto oppure ad altri sistemi di accumulo, come bollitori, termoaccumulatori, celle termiche. Le sue dimensioni consentono di installarla in spazi molto contenuti, in villette ed abitazioni. L'installazione è semplice, come la manutenzione. Il rendimento è elevato, massima l'affidabilità e la sicurezza.

Il silos da 340 litri (pari a 180 Kg di pellets o cereali) alimenta automaticamente la caldaia con varie biomasse: dal cippato delle dimensioni massime di 30x30 mm ai gusci e al pellets.

Con l'aggiunta di uno speciale bruciatore, funziona anche a biodiesel, combustibile ecologico che, derivato da olii vegetali come colza, girasole e soia, ha caratteristiche simili a quelle del gasolio ma è rinnovabile, pulito e privo di zolofo.

Quadro di comando digitale con scheda elettronica per la gestione di tutte le funzioni dall'accensione automatica, alla modulazione

Facile da pulire, non necessita di particolare manutenzione

Assicura un risparmio fino all'80 % sui costi di riscaldamento

Riscalda oltre 280 mq e fornisce acqua calda per 3 bagni.